Piverone

Il villaggio di Piverone è su un altopiano alto 297 metri sul versante meridionale della Serra, collina morenica di origine glaciale.

La zona pianeggiante si distingue per le sue colture cerealicole, mentre sul territorio collinare si estendono i vigneti terrazzati sino a lambire i boschi cedui che fasciano il crinale della Serra.
Numerosi reperti archeologici scoperti nel territorio comunale documentano la presenza di antiche popolazioni.

Nel XIII secolo il borgo di Piverone venne fortificato per volere della città di Vercelli che tentava di invadere i territori di Ivrea e aprirsi uno sbocco verso la valle d’Aosta. Il nuovo centro detto “Borgo delle Coste” riuniva le popolazioni di altri due villaggi distrutti.

Da visitare:

1)  le torri di difesa e le mura medievali – Sec. XIII
2)  la porta turrita –oggi torre campanaria
3)  la torre d’angolo di nord-est
4)  la torre d’angolo di nord-ovest detta di S. Giacomo
5)  la torre di cortina – zona absidale della chiesa della Madonna
6)  Cripta della chiesa della Confraternita – Sala espositiva
7)  Palazzo della Credenza –Sec. XIII
8)  Campanile romanico di S. Pietro – Sec. XI
9)  Parco di S. Pietro
10)  ChiesaParrocchialeinstilebarocco
11)  “Gesiun”–RuderidellachiesadiS.PietrodiLivione–Sec.IX
12)  Museo etnografico “La Stiva”-testimonianze della civiltà contadina
13)  “LaRua”–Mostrad’artepermanente
14)  “Monumento alla Gallina” – Piazzetta dell’anfiteatro
15)  LIDO DIANZASCO sulle sponde del lago si trova la chiesa della “Madonna di Anzasco” che conserva l’antica statua lignea della Madonna con Bambino che la leggenda narra sia arrivata galleggiando sulle acque.

Storia

La storia di Piverone è molto antica, addirittura preistorica, come testimoniano vari ritrovamenti. Infatti il nucleo del paese esisteva già quando il territorio entrò a far parte dei possedimenti di un cittadino romano dal carattere "pepato", in latino "piper, piperonis", da cui venne preso lo spunto per il nome di Piverone. A testimonianza del periodo romanico si possono trovale il campanile in pietra e l'antica chiesa Gesion, risalente al IX secolo.

Attorno al X secolo si forma il paese vero e proprio, interamente fortificato e munito di mura e di torri di difesa contro gli attacchi esterni per volontà del comune di Vercelli. Nel 1376 Piverone diviene feudo dei Savoia fino agli inizi del XVII secolo, quando passo nelle mani della famiglia Avogadro. Infine nel 1845, dopo essere passato nelle mani di altre nobili famiglie Piverone viene lasciata all'Ospedale di San Giovanni Battista di Torino.

loading